Anni Azzurri – convegno Cura dell’anziano fragile e supporto al caregiver

In un’epoca in cui la parola chiave e il concetto a cui più spesso si fa riferimento è standardizzazione, si contrappone ed emerge il concetto di personalizzazione delle cure, ovvero di un’assistenza rivolta alla persona intesa nella sua totalità e nella sua peculiare condizione di ‘soggetto fragile’.

Nel caso di Anni Azzurri, l’attenzione è rivolta in particolare alla cura dell’anziano fragile, ovvero quel soggetto in età avanzata affetto da patologie croniche e che presenta uno stato di salute instabile; a sostegno dell’anziano fragile, si manifesta la necessità di creare modelli organizzativi e servizi che siano in grado di prendersi cura dell’anziano e, allo stesso tempo, offrire supporto all’equipe professionale e al caregiver.

Il convegno è stato l’occasione per affrontare e riflettere su quei temi che ruotano attorno al concetto di ‘cura e assistenza della persona fragile’, tra i quali:

–       Residenzialità anziani e disabili. Idee e prospettive: un nuovo processo di umanizzazione nell’assistenza

–       La fragilità del malato respiratorio

–       Passato e presente di fragilità etica e delle cure

–       Vulnerabilità e fragilità nell’anziano: le grandi sindromi geriatriche

–       Il paziente fragile. Il mantenimento della qualità della vita e la prevenzione delle complicazioni

–       Il paziente fragile e le terapie oncologiche

–       Le cure palliative nel malato oncologico

 

Sono intervenuti:

  • Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo;
  • Costanza Pieri, assessore alle politiche sociali e servizi alla persona del comune di Sanremo;
  • Fabio Natta, presidente della provincia di Imperia; Pierluigi Ferrero, presidente Residenze Anni Azzurri;
  • Paolo Tassinari, amministratore delegato Residenze Anni Azzurri
  • Claudio Zara, direttore sanitario Residenze Anni Azzurri.

 

Relatori

  • Roberto Anselmo, direttore della struttura complessa continuità delle cure e residenzialità dell’ASL 1 imperiese;
  • Claudio De Michelis, direttore della struttura complessa di pneumologia presso l’ASL 1 Imperiese;
  • Giuseppe Armecida, professore ordinario di storia della medicina all’università degli studi dell’Insubria (Varese);
  • Francesco Alberti, direttore della struttura complessa di neurologia dell’ospedale di Imperia e Sanremo;
  • Ezio Di Timoteo, dirigente medico presso l’UOC di Medicina di Sanremo;
  • Riccardo Agati, MMG nel territorio di Imperia; Lazzaro Michele Repetto, direttore della struttura complessa di oncologia dell’ASL 1 Imperiese;
  • Claudio Battaglia, presidente provinciale LILT.

 

Il convegno è stato realizzato a Sanremo in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale 1 Imperiese, e con il patrocinio del Comune di Sanremo, Provincia di Imperia, Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Imperia e LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.